Mutui

Il mutuo identifica una particolare forma di contratto che prevede,
da una parte, il mutuante, dall’altra il mutuatario.
Il primo concede a quest’ultimo una determinata somma di denaro o di beni che dovrà essere
obbligatoriamente restituita con altrettante cose della stessa qualità e della stessa specie.
Tra le tipologie di mutuo più diffuse vi è quella del mutuo immobiliare, concesso a chi necessita di una certa liquidità finalizzata all’acquisto di un bene immobile per compravendita.
All’atto della compravendita, in presenza del venditore, dell’acquirente e del funzionario della banca, il notaio pubblicherà due atti: il rogito, che trasferisce di fatto la proprietà dell’immobile dal venditore all’acquirente, e l’atto di mutuo immobiliare fra la banca mutuante e l’acquirente, con allegato il piano di ammortamento stabilito. Tra le forme di mutuo immobiliare vi è quella del mutuo fondiario.
Il mutuo fondiario ha una durata superiore ai 18 mesi e un rapporto tra la somma mutuata e il valore della garanzia non superiore all’80%, secondo quanto dettato dalla legislazione vigente.Il settore dei mutui resta comunque, per alcuni aspetti, di difficile comprensione per molti. Le condizioni contrattuali offerte al mutuatario sono prevalentemente a vantaggio dell’istituto erogante con scarsi margini di negoziabilità.
Tra il cliente e la banca è nata una figura di mediazione: il mediatore creditizio.